I miei Trattamenti

head2
Che cos’è un trattamento

Le persone che decidono di ricevere un trattamento di Reflessologia, Shiatsu o tecniche affini, di solito lo fanno perché hanno qualche problema, raramente arrivano clienti che hanno solo voglia di farsi coccolare un po’ (anche se nel tempo è emerso che chi si concede questi momenti di relax per il solo scopo di vivere un’ora in serenità, tende ad avere meno squilibri, soprattutto per il fatto che il grado di consapevolezza rispetto al benessere psicofisico è più alto). Lo scopo fondamentale di ogni trattamento è quello di rilassare e, nel momento in cui si raggiunge questo obiettivo, tutto cambia e si trasforma:

– il respiro diventa più lungo e profondo
– la circolazione dei liquidi interni del corpo migliora
– si digerisce e si assimila il cibo in modo più equilibrato
– la mente si svuota o comunque si alleggerisce
– il sonno diventa più intenso e riposante

In poche parole, ci si sente meglio.
Qualunque sia il tipo di problema che si ha, in genere non si tratta mai di uno squilibrio nato in qualche ora o giorno, ma è piuttosto un lento e progressivo accumulo nei mesi e, a volte, anche negli anni, magari senza esserne consapevoli perché non ci sono segnali che avvisano di uno squilibrio energetico, per cui il tendere al ritorno alla normalità non può essere immediato. Il corpo/mente ha bisogno di tempo per modificare la situazione che crea il disagio, senza stravolgere nulla ed evitando così di passare da un estremo ad un altro.

Man mano che si rilassa, il corpo/mente cambia movimenti, forme ed espressioni. Osservare le varie e diverse evoluzioni può essere un buon modo, per chi fa trattamenti, per non avere aspettative: l’impegno deve sempre essere massimo, ma ciò che ne consegue può essere molto diverso da quello che ci si è prefissati e questo in funzione di alcuni parametri: età del ricevente, se uomo o se donna, da quanto tempo esiste il disagio, se pratica attività sportiva, da come si alimenta, etc. Una delle grandi possibilità che possono offrire le tecniche bionaturali (per chi riceve, ma anche per chi esegue il trattamento) è quella di cercare di capire la causa del problema e, se possibile, modificare ciò che la genera. Lo stare bene si costruisce ogni minuto, ora, giorno della propria vita, quindi le parole, le azioni e i pensieri dovrebbero essere mirati a far si che vengano evitate le situazioni che creano disagi, compatibilmente con le proprie possibilità, ovviamente. Con una buona costanza, tanta volontà e molta attenzione, pian piano i trattamenti possono portare a cambiare la propria esistenza, scoprendo magari parti di noi che non si conoscevano, tipo nuovi interessi nel tempo libero, altri cibi, etc