Shiatsu

head5

Lo Shiatsu è una tecnica corporea orientale sviluppata in Giappone, paese dove dal 1964 è stata riconosciuta dal governo come metodo terapeutico. Lo Shiatsu trova le sue origini dalle antiche tecniche di massaggio chiamate “Anma” in Giappone e “An Mo” oppure “Tui na” in Cina. Infatti, il termine Shiatsu (premere con le dita) è di recente codifica, risale al XX secolo ma, la tecnica che utilizza, ha contenuti di tradizioni orientali millenarie.

I concetti con cui nello Shiatsu si opera per il benessere, fanno riferimento alla Medicina Tradizionale Cinese (MTC) che venne introdotta in Giappone nel corso dei secoli da monaci e medici buddisti. La tecnica si basa su stiramenti, allungamenti e su una pressione esercitata da parte delle dita delle mani, dei palmi o di altre parti del corpo, sui singoli punti di agopuntura (tsubo) oppure lungo il tragitto dei Meridiani o canali energetici (gli stessi dell’agopuntura cinese), al fine di favorire il libero scorrimento dell’energia al loro interno senza impedimenti (kyo, cioè deficit energetici o Jitsu, cioè accumuli) e a mantenere l’organismo in uno stato di equilibrio e di benessere.

Lo squilibrio fisico e/o mentale, infatti, nella concezione della MTC è dovuto ad uno scompenso energetico, cioè al non libero scorrimento del Qi (energia vitale) all’interno dei Meridiani, con conseguente disarmonia all’organo o viscere ad essi collegati. Lo Shiatsu è, così come l’Agopuntura o la Reflessologia, un’ efficace e completa tecnica bionaturale, nonché una forma di prevenzione, per riportare o mantenere l’organismo nel suo stato di equilibrio e di benessere, e propone all’individuo una maggiore attenzione al suo corpo a prendersi cura di esso. Lo Shiatsu si applica su tutto il corpo con particolare attenzione alla legge dei cinque Movimenti della MTC (vedi sezione dedicata).